L’intervista al Coordinatore di Prima Lariano Santino Calderone

Siamo a circa due mesi dalla tornata elettorale, in vista di tale importante appuntamento come si sta muovendo il Gruppo di Lariano e un suo bilancio su questi cinque anni di amministrazione guidata dal sindaco Caliciotti

il coordinatore di prima lariano santino calderone intervista
IL COORDINATORE DI PRIMA LARIANO SANTINO CALDERONE

“Nell’ultima riunione di Prima Lariano, si è espressa la piena soddisfazione dell’operato della giunta Caliciotti e all’unanimità i presenti hanno invitato il Sindaco Maurizio Caliciotti a ricandidarsi per portare a compimento il lavoro brillantemente iniziato e svolto in questi cinque anni. Come coordinatore di Prima Lariano non entrerò nel merito delle cose realizzate perché sono sotto gli occhi dei cittadini di Lariano, che avranno senz’altro visto e possono facilmente fare le differenza tra la Lariano di cinque anni fa e quella di oggi. Io posso esprimere solo i miei più sentiti ringraziamenti al sindaco Maurizio Caliciotti e a tutti i componenti della lista Prima Lariano per il lavoro svolto, le modalità con le quali è stato interpretato lo spirito che ha visto nascere il progetto Prima Lariano”.

Ha accennato dello spirito che ha animato la nascita di Prima Lariano, ci può dire qualcosa in merito con un occhio alla lista che si presenterà per la tornata elettorale?

 “Ribadisco velocemente il concetto della nascita della lista Prima Lariano (Caliciotti Sindaco) all’interno della quale hanno trovato e troveranno posto tutti coloro che pur svolgendo attività politica con le varie ideologie accettano di lavorare per il solo progetto di vedere la crescita di Lariano in termini di servizi, viabilità  e qualità della vita, dimenticando le ideologie ma conservandone però i valori. La Lista Prima Lariano che si presenterà alle prossime elezioni comunali vedrà riconfermati tutti i consiglieri comunali che vorranno cimentarsi in questa competizione elettorale”.

Tra i vari interventi e modifiche importanti apportati in questi cinque anni di amministrazione Caliciotti ed è stato evidenziato anche in consiglio comunale spicca l’efficientamento della macchina amministrativa

“Mi preme sottolineare su questo tema da lei sollevato che la mia soddisfazione nasce dal fatto che molti dei punti del programma elettorale che avevamo indicato sono stati realizzati. Non è mio compito entrare nel dettaglio al quale potranno rispondere il Sindaco e gli amministratori da noi indicati per amministrare Lariano.  Un sentito ringraziamento va rivolto ai dipendenti comunali che si sono messi a disposizione dei cittadini per efficientare e rendere operativa la loro professionalità. Si trova riscontro su quanto detto sull’assenza totale del ricorso a consulenze esterne, e anche su questo punto c’è differenza visibile su quanto di buono fatto dalla Giunta Calciotti in questi cinque anni”.

Torniamo agli incontri del gruppo Prima Lariano in vista delle prossime elezioni

“Devo ammettere, con molta soddisfazione, che il progetto Prima Lariano riscuote giornalmente nuove adesioni sia di singoli cittadini che da Associazioni.  Del resto sin dal giorno dell’insediamento, abbiamo coinvolto cittadini, forze politiche ed associazioni che vogliono mettersi al servizio della comunità larianese con i presupposti che regolano Prima Lariano. Numerosi gli incontri avuti con rappresentanze anche di liste civiche che cinque anni fa erano avversari nella precedente competizione elettorale. Posso annunciare che presto verrà, nei modi e tempi dovuti presentato, un nuovo progetto per la prossima consiliatura che vedrà protagonisti gli uomini di Prima Lariano.”

Per concludere un suo pensiero sulla prossima tornata elettorale

“Personalmente ringrazio tutti coloro che si presenteranno in questa competizione elettorale considerandoli avversari ma non nemici con l’augurio che possano raccogliere il consenso che meritano.  Devo comunque da cittadino di Lariano invitare i miei compaesani, ricordando che in queste elezioni si elegge il Sindaco che dovrà amministrare Lariano per i prossimi cinque anni, di controllare almeno il curriculum politico-amministrativo dei candidati”.

Alessandro De Angelis

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*