F&D Fortitudo: La capolista non fa sconti, il Vela Ancona cade anche al ritorno contro la formazione di Di Zazzo

Ancora una vittoria per l’F&D H2O Fortitudo Domus Pinsa, che riprende il girone di ritorno alla stessa maniera in cui aveva terminato quello di andata. Dopo una gara combattuta e in una piscina “Tortuga” sempre più piena di tifosi che si avvicinano alla splendida realtà rappresentata dalla società veliterna, le ragazze di Di Zazzo portano a casa i tre punti che valgono la conferma del primato. L’avversario di turno, la Vela Ancora, si è rivelato molto insidioso come avevano previsto le ragazze di Velletri ma il duro allenamento settimanale ha pagato, per la soddisfazione di rosa e staff. Il primo tempo sembra essere agevole per le veliterne, che chiudono sul 2-0 con le marcature di Clementi e Sathitanon.

f&d fortitudo
Sathitanon Alwani

Il secondo tempo vede una maggiore intraprendenza delle marchigiane, che dopo l’uno-due micidiale firmato ancora Sathitanon e Antonacci si rifanno sotto con la capocannoniera del girone sud la n. 11 Altamura. Turchi e Rosini mettono al sicuro il risultato, ma è ancora la 11 ospite a segnare e il parziale si chiude sul 4-2. Il terzo tempo è più equilibrato e vede un leggero calo delle veliterne, che nonostante tutto continuano a condurre senza troppi patemi d’animo: il 3-3 de terzo parziale è frutto delle reti di Ercoli, Sathitanon e Clementi.

L’ ultimo tempo è caratterizzato, invece, dal vantaggio di misura della Vela Ancona con la Altamura che porta a quattro le sue marcature nel totale generale, di cui due su tiro di rigore. Il fischio finale dell’arbitro, comunque, sancisce una vittoria importante per la compagine di Velletri che continua a guardare meritatamente tutti dall’alto e incrementa a 7 i punti di vantaggio sulle attuali nuove seconde, proprio la Vela Ancona e le due squadre napoletane dell’Acquachiara e del Flegreo, tutte appaiate a quota 21 punti, che hanno approfittato dello scivolone esterno dell’Ortigia contro la Roma Vis Nova. Questo quanto dichiarato a fine gara da mister Di Zazzo, evidentemente soddisfatto per il risultato: “Oggi la squadra è scesa in acqua concentrata e . convinta delle cose che avrebbe dovuto fare. Tutti erano coscienti della forza dell’Ancona e abbiamo rispettato l’avversario senza però tirarci indietro dal produrre il nostro consueto gioco. Tatticamente siamo stati bravi a seguire il copione preparato e quindi a limitare le loro giocatrici migliori per poi essere cinici nelle conclusioni.

Alcune atlete che nelle ultime domeniche erano un po’ calate, dopo un lavoro di carico delle ultime settimane, si sono rimesse in carreggiata e tutte si sono espresse su ottimi livelli. Alla fine tutti gli effettivi in rosa hanno dato una mano, rendendo questo risultato una vera vittoria di squadra che ci permette di andare a Napoli contro l’Acquachiara del presidente Porzio, simbolo della pallanuoto italiana, con un ampio margine di punti che ci consentiranno di giocare senza alcun patema d’animo. Tornando ad oggi, però, faccio i complimenti alla squadra e al nostro splendido tifo, diventato senza ombra di dubbio il quattordicesimo uomo in acqua”. 

Rocco Della Corte

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*