Lunedì prossimo a Rocca di Papa si ripercorrerà la storia dell’ente parco

Lunedì 10 aprile 2017 il Parco apre le porte al futuro e ricorda le origini che portarono alla sua istituzione.

parco castelli romani 10 aprile
Sandro Caracci

Quarant’anni fa un gruppo di Cittadini e di Associazioni del territorio si riuniva per la prima volta, per iniziare insieme una, apparentemente, visionaria avventura. I Colli Albani, luogo ricco di natura, storia e bellezza, andavano incontro ad uno sfruttamento incontrollato del suolo. Bisognava fare qualcosa, ed ecco che le Associazioni, supportate dalla gran parte della Cittadinanza dei Castelli Romani, iniziarono a manifestare e a raccogliere firme per chiedere alla Regione Lazio di tutelare un patrimonio dal valore inestimabile che rischiava di andare irrimediabilmente perduto.

Il lungo percorso di impegno “dal basso” portò all’istituzione del Parco regionale dei Castelli Romani, con la Legge regionale n. 2 del 13 gennaio 1984 per “tutelare l’integrità delle caratteristiche naturali e culturali dei quindici Comuni che occupano l’antico Vulcano Laziale, per contribuire al riequilibrio territoriale e allo sviluppo socio-economico delle popolazioni interessate”.

Oggi il Parco è una realtà, anche se ancora non compiuta in tutti i propri strumenti attuativi (Piano del Parco). Si estende su una superficie di 15mila ettari, conta circa 400mila abitanti distribuiti sui 15 Comuni che ricadono (integralmente o in parte), e racchiude nei propri confini uno scrigno di biodiversità vicinissimo a Roma, prezioso patrimonio materiale e immateriale.

Questa ricorrenza – commenta il presidente dell’Ente, Sandro Caracci – è per noi occasione di incontro e confronto con tutti coloro che vorranno venirci a trovare. Soprattutto gli ‘insoddisfatti’, coloro che animano gruppi sui social media votati a rimarcare ciò che non funziona, e che avranno l’opportunità per dirci, di persona, tutto quello che non va, incluse proposte, richieste e dubbi. Allo stesso tempo potremmo sorprendervi e dare risposte, sempre che si vogliano  cercare soluzioni anziché digitare polemicamente sulla tastiera di un pc o di un telefonino. Sarà, infatti, anche il giorno per raccontare quanto di positivo, e non scontato, è stato fatto in questi anni e opportunità per migliorarci e agire sul territorio con più slancio e consapevolezza del valore della tutela”.

Quindi, lunedì 10 aprile 2017, dalle ore 9.30 alle ore 15.00, “Parco… anch’io!” a Villa Barattolo, sede degli Uffici dell’Ente Parco, in via Cesare Battisti, 5 Rocca di Papa – RM -, porte aperte a Cittadini, Studenti, Amministratori, Collaboratori e Curiosi, per ricordare come tutto iniziò e, soprattutto, per guardare al futuro del nostro ambiente naturale, paesaggistico e culturale.

I dettagli saranno pubblicati, fino al 10 aprile, sul sito internet www.parcocastelliromani.it e sulla nostra pagina Facebook; fra le attività previste anche la riapertura del rinnovato Sentiero didattico nel Parco di Villa Barattolo, con visite guidate a cura

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*