Montecompatri, continua lo scontro sulle antenne di telefonia mobile

Continua lo scontro sulle antenne a Monte Compatri. Dopo l’ordinanza dell’amministrazione comunale compatrese che, nel giugno scorso, ha bloccato l’installazione di un ponte radio in via Pallotta; sarà il Tar del Lazio a decidere sul ricorso presentato dalla Wind in merito alla sospensione dei lavori.

monte compatri ricorso antenneLa decisione della giunta guidata dal sindaco Marco De Carolis arriva nella riunione di giovedì sera, “a conferma della legittimità e della necessità dell’atto impugnato, nonché al fine di assicurare ogni più opportuna tutela degli interessi e delle ragioni dell’Ente”. La proposta di delibera numero 145 è stata approvata all’unanimità ed è immediatamente esecutiva. “Mentre gli altri chiacchierano – afferma il primo cittadino – noi siamo sul serio al lavoro per tutelare l’incolumità dei monticiani. Dispiace che sull’antenna di via Pallotta non abbia ascoltato le voci di chi organizza raccolte firme contro nuove installazioni sul nostro territorio”.

Continua la scontro sulle antenne a Monte Compatri. Dopo l’ordinanza dell’amministrazione comunale compatrese che, nel giugno scorso, ha bloccato l’installazione di un ponte radio in via Pallotta; sarà il Tar del Lazio a decidere sul ricorso presentato dalla Wind in merito alla sospensione dei lavori. La decisione della giunta guidata dal sindaco Marco De Carolis arriva nella riunione di giovedì sera, “a conferma della legittimità e della necessità dell’atto impugnato, nonché al fine di assicurare ogni più opportuna tutela degli interessi e delle ragioni dell’Ente”.

La proposta di delibera numero 145 è stata approvata all’unanimità ed è immediatamente esecutiva. “Mentre gli altri chiacchierano – afferma il primo cittadino – noi siamo sul serio al lavoro per tutelare l’incolumità dei monticiani. Dispiace che sull’antenna di via Pallotta non abbia ascoltato le voci di chi organizza raccolte firme contro nuove installazioni sul nostro territorio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*