CITY-Santoni, si dividono le strade

La stagione sportiva si avvia a conclusione ma in casa Città di Ciampino è già tempo per i primi saluti. La società aeroportuale comunica infatti che Simone Santoni nella prossima stagione non ricoprirà più il ruolo di allenatore della prima squadra ne quello di responsabile del settore giovanile. Una decisione sofferta, presa di comune accordo con lo stesso Santoni, che dopo 8 anni di collaborazione con il club dei presidenti Cececotto e Fortuna ha scelto di intraprendere nuove strade. “Abbiamo recepito la volontà di Simone”, ha dichiarato il presidente Cececotto, “e non potevamo di certo trattenerlo contro il suo volere. Ovviamente dispiace a tutti, perché Santoni prima di essere un ottimo professionista è stato per noi una persona di fiducia, quasi un figlio per me e per Alessandro Fortuna. In questi anni ha rivestito praticamente ogni ruolo, ottenendo sempre ottimi risultati, e non mi pento di aver creduto in lui in passato. Gli auguro di trovare la sua strada, con la consapevolezza che le nostre porte per lui saranno sempre aperte”.

City SantoniArrivato a Ciampino come giocatore, Simone Santoni negli anni è stato istruttore e responsabile della scuola calcio del City, ha vinto un campionato sulla panchina dei 2001, per poi diventare responsabile del settore giovanile. Nel ruolo di allenatore della prima squadra, rimarrà nella storia del City la vittoria del campionato di Eccellenza e la promozione in serie D, con la successiva retrocessione peraltro messa in conto dallo stesso club già da inizio stagione. “Sono orgoglioso di quello che ho fatto in questi anni al Città di Ciampino”, commenta Santoni, “e non è certamente facile per me pensare di andare via. La mia è stata una decisione sofferta, ma con un figlio piccolo ho il dovere di pensare prima di tutto a lui. Ci tengo oggi a ringraziare tutti, dai presidenti Cececotto e Fortuna al mio amico nonché direttore Giordano Moroncelli. Ma, in generale, dico grazie a tutti i componenti della famiglia City, che non nomino singolarmente per evitare di dimenticarne qualcuno. Personalmente, credo di aver fatto un buon lavoro: al di là della prima squadra, che ha raggiunto una storica serie D, ritengo che il settore giovanile si sia stabilizzato ad ottimi livelli. Chi prenderà il mio posto erediterà ben quattro categorie nei campionati Elite, un risultato che, in tutti i Castelli Romani, forse solo l’Albalonga potrà eguagliare. Al di là dei numeri, però, a parlare sono le attenzioni che molti club professionistici hanno avuto per tanti nostri ragazzi, e queste sono le soddisfazioni maggiori per una società come il Città di Ciampino. Oggi mi trovo a salutare una realtà che mi ha dato tanto e alla quale ho dato tanto anche io. Non so cosa mi riserverà il futuro, visto che ad oggi non ho ancora ricevuto nessuna proposta concreta, ma quello che so è che al City sarà dedicato per sempre un posto importante nel mio cuore”.

Nei prossimi giorni la società scioglierà il nodo relativo al nome del responsabile del settore giovanile e inizierà a vagliare diverse figure per la guida della prima squadra.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*