La Polizia Penitenziaria sventa l’ennesimo tentato suicidio in carcere

Nella mattinata del 12.05.2017 un altro detenuto Italiano ristretto nel Carcere di Velletri ha tentato il tragico tentativo di suicidio impiccandosi con una corda rudimentale alle sbarre della propria cella.

carcere velletriIl Detenuto è stato salvato in tempo dall’ Agente responsabile di sezione A. S. che con l’ aiuto di un’altra persona ristretta è riuscito a tagliare la corda legata al collo del detenuto impiccato e a riportarlo sul letto della propria cella per rianimarlo.

A darne notizia è il sindacalista dell’ Ugl Polizia Penitenziaria Carmine Olanda che commenta  “Fortunatamente ancora una volta si è evitato che accadesse il peggio, tali eventi critici mettono a dura prova il personale di polizia penitenziaria che giornalmente affronta le sofferenze dei detenuti che, afflitti, decidono spesso di togliersi la vita,  le Autorità competenti – continua Olanda – devono prendere atto delle difficoltà che la  Polizia Penitenziaria si trova ad affrontare all’ interno degli Istituti, difficoltà amplificate dalla forte carenza di Agenti, di tutte le figure professionali dell’ area trattamentale e soprattutto di quelle sanitarie che spesso scaricano i detenuti malati psichiatrici al controllo degli Agenti con grande, grandissima e sorveglianza a vista, trascurando l’ assistenza sanitaria del detenuto malato mentale.  Il detenuto che ha tentato il suicidio è stato successivamente condotto presso l’ infermeria del carcere per le cure del caso non riportando nessuna lesione grave”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*