Cosa Fare per Frascati, parla Patrizia Giuliani: “Le mie idee per migliorare la città insieme a Pagnozzi”

La scelta di candidarmi alle prossime elezioni amministrative in una delle liste a sostegno della candidatura a sindaco di Raffaele Pagnozzi, uomo dalle spiccate capacità amministrative e manageriali ed unico volto nuovo della politica locale tra i vari contendenti alla carica di primo cittadino, per me rappresenta la possibilità di far rinascere Frascati, riconsegnandole quel ruolo di “perla” dei Castelli Romani – esordisce così Patrizia Giuliani, candidata consigliere comunale della lista Fare Per Frascati a sostegno di Pagnozzi sindaco.

cosa fare per frascati
Patrizia Giuliani

Per ottenere ciò, credo che l’attenzione alle problematiche del patrimonio comunale, quali il rispetto della legalità nell’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale ed il conseguente corretto pagamento dei relativi canoni di assegnazione nonchè l’avvio della parziale dismissione di alcuni immobili, oltrechè a quelle della difesa e valorizzazione del territorio cittadino, siano tra le priorità. In primis, da residente nel quartiere di Fontana Vecchia, mi impegnerò per migliorare la situazione di Villa Sciarra, in stato di abbandono e che necessita di interventi per renderne vivibile il verde, riqualificare in maniera similare a quanto fatto per Villa Torlonia.

Sarebbe utile – continua la candidata – mettere qualche panchina dove le persone possano sedersi ed un sistema di videocontrollo per evitare quei fenomeni di danneggiamento e rottura degli attrezzi sportivi. E perchè non istituire, nella bella stagione, un cinema e/o teatro all’aperto nei fine settimana? L’iniziativa riqualificherebbe la zona e costituirebbe un punto d’incontro, di dialogo e di aggregazione per ricostituire il tessuto sociale e riannodare conoscenze ed amicizie. Inoltre, la vocazione turistica di Frascati non può esaurirsi solo nel centro storico, gli altri quartieri e le periferie meritano di crescere insieme, ognuno secondo le proprie specificità, perchè una vera comunità è tale solo se non lascia indietro nessuno, se non crea cittadini e luoghi “di serie A” ed altri “di serie B” – conclude Patrizia Giuliani.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*