Carenza di personale, l’Ugl dice “basta” ai drammi del Carcere di Velletri

Il Segretario Regionale Ugl Polizia Penitenziaria Carmine Olanda denuncia alle Autorità competenti la grave carenza di Personale che da anni affligge il penitenziario di Velletri. Il Carcere di Lazzaria, dopo le strutture della Capitale, è il più grande e sfiora i 600 detenuti ristretti.

carcere velletriLe attività e la gestione dei detenuti – denuncia Olanda – cominciano ad essere molto faticose e le condizioni di lavoro in cui operano nella struttura gli Agenti sono diventate insostenibili e già denunciate in diversi modi. La carenza di personale attualmente ammonta alle 70 unità e solo 106 unità di Polizia Penitenziaria coprono 104 posti servizio h24 svolgendo turni massacranti con più posti di servizio”.

“La nostra preoccupazione – continua il sindacalista – e che in prossimità dell’avvio del piano ferie estivo del Personale, la situazione possa degenerare. Nonostante la  grave mancanza di personale di Polizia, sono carenti anche tutte le figure Professionali per le attività di trattamento dei detenuti. Inoltre, mancano anche le figure sanitarie indispensabili per garantire il servizio sanitario h24 nel nuovo padiglione D”.

Mancano soprattutto le figure del servizio psichiatrico che oggi viene trascurato lasciando i detenuti alla gestione degli Agenti con ordini di servizio di grande, grandissima e sorveglianza a vista, sollevando da tempo molti interrogativi sulla gestione dei detenuti con i problemi mentali e sui i luoghi idonei per la loro gestione.

“Ci auspichiamo – conclude Olanda – che il Capo del DAP accolga la nostra richiesta tempestivamente, inviando almeno 40 Agenti di Polizia Penitenziaria, e solleciti con forza la ASL RM6 di Albano Laziale al fine di prendersi tutte sue responsabilità per garantire tutti i servizi sanitari nel Carcere”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*