Molara, La Foresta che Avanza: partono i lavori per realizzare il nuovo sentiero escursionistico  

 

Parte il progetto dell’associazione ecologista “La Foresta che Avanza” nell’area verde la Molara per realizzare un nuovo sentiero escursionistico. Si è infatti tenuto questa mattina presso Villa Barattolo a Rocca di Papa l’incontro tra La Foresta che Avanza, i tecnici dell’Ente Parco, e i Guardiaparco. 

foresta che avanza molaraAbbiamo presentato in questa occasione i risultati dei lavori di rilevazione svolti in queste settimane dalla nostra associazione nel territorio della Molara. Si tratta di un sentiero che attraversa questa bellissima area e che ci permetterà di organizzare numerose iniziative come gite scolastiche, escursioni guidate, attività culturali e sportive, tutte volte alla rinascita di quest’area da anni dimenticata e vittima dello sversamento di ogni tipo di rifiuto anche di tipologia ingombrante, tossica e cancerogena“: è quanto dichiara in una nota Federico Merlano, referente locale dell’associazione.

Con grande entusiasmo e soddisfazione – continua Merlano – annunciamo che già dalla prossima settimana, precisamente mercoledì 24 maggio, inizieranno le operazioni di pianificazione che ci vedranno ripercorrere questo nuovo sentiero al fianco dei Guardiaparco, dei tecnici dell’Ente e del dirigente Dottor Stefano Cresta. Studieremo cosi la fattibilità di tutte le operazioni di bonifica e messa in sicurezza nonché i punti sensibili dove verranno installate delle fototrappole per scongiurare il ripresentarsi del fenomeno una volta avvenuta la pulizia.” 

Dovremmo vedere il progetto definitivo sul tavolo della Regione Lazio entro l’estate, per la convalida e l’avvio, che partirà appunto con i lavori di bonifica e messa in sicurezza che vedranno coinvolti oltre a La Foresta che Avanza e l’Ente Parco, anche i comuni di Grottaferrata, Monte Compatri, Rocca di Papa e Rocca Priora. Finalmente – conclude Merlano – potremo consegnare alla comunità uno spazio pulito, vivibile e ben valorizzato“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*