Elezioni Amministrative Castel Gandolfo: ecco perché non c’è il PCI in lista

Ringraziamo ArtUNO/MdP per la precisa ricostruzione della ultima vicenda politica che ha avuto corso alle porte della campagna elettorale. Confermiamo, infatti, che nella forma dei contatti tra piccole delegazioni di comunisti e di ex PD, ed altri contatti con lise civiche, è stata sondata la possibilità di dare vita ad una proposta politica alternativa all’attuale Amministrazione PD-Destra.

castel gandolfo ordigni belliciPer completezza, e per la stima personale che abbiamo sempre avuto nei confronti del sindaco Milvia Monachesi, dobbiamo anche dire che avevamo saggiato, in estate, una ipotesi di confronto di profilo programmatico. Purtroppo l’abbiamo immediatamente abbandonato quando è stata sancita l’alleanza PD-Destra a sostegno di Monachesi.

Per questo, sia per la mutata situazione politica generale rispetto all’estate scorsa, sia per il marcato segno contro la sinistra che Renzi sta imponendo al PD, analogamente  a quanto ha annunciato Art1/MdP, anche il PCI – che per quanto riguarda Castel Gandolfo ha attualmente come riferimento la sezione PCI di Marino/S. Maria delle Mole – non sarà presente in questa competizione amministrativa.

Questo vuol dire, per noi e per i compagni e le compagne, e i cittadini e le cittadine che vorranno averci come riferimento, che utilizzeremo ogni giorno a mettere insieme energie, idee, incontri se possibile, con chi da Castel Gandolfo e da Mole e da Pavona Laghetto, vorranno dare una mano per avere un PCI organizzato sul territorio che affronterà tutti i problemi locali e nazionali come è stato sempre in grado di fare, sia che fosse nelle istituzioni, sia che ne fosse fuori.

Per questo riteniamo che tra le proposte che vengono messe di fronte ai cittadini in questa fase, in primo luogo decidano tranquillamente i cittadini. Per quelli che vogliono già sin da ora orientarsi ad averci come riferimento, è bene che non votino né le destre e loro alleati; né il M5S perché incapace di alleanze ed arrogante; né il PD che ormai ha voltato le spalle ad una storia di sinistra.

Maurizio Aversa, responsabile area per la Federazione Castelli PCI
Stefano Enderle, segretario di sezione PCI Marino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*