Spaccio, nascondevano la droga nella stufa: in azione i Carabinieri di Frascati

Pensavano di averla passata liscia e che il blitz antidroga dei Carabinieri della Compagnia di Frascati nella loro abitazione, a Tor Bella Monaca, fosse terminato senza trovare nulla di illecito, ma a tradire i 3 coinquilini è stata la presenza di una stufa nella loro camera da letto. Considerate le altissime temperature di questi ultimi giorni, i Carabinieri si sono insospettiti ed hanno approfondito.

carabinieri frascati spaccio
Controlli antidroga dei Carabinieri e spaccio a Tor Bella Monaca

Proprio all’interno della stufa, dopo averla smontata in più parti, i militari hanno rinvenuto al suo interno dosi di eroina, pronte alla vendita, tutto l’occorrente per il taglio e confezionamento e circa 1.000 euro, provento dello spaccio.

In manette sono finiti 3 cittadini del Gambia, di 24, 31 e 42 anni, senza occupazione e già noti per i loro trascorsi negli ambienti degli stupefacenti. Per i tre arrestati si sono aperte le porte del carcere di Regina Coeli, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

Durante la stessa operazione antidroga, i Carabinieri della Compagnia di Frascati hanno arrestato anche un 19enne egiziano, senza fissa dimora e colpito da divieto di ritorno nel Comune di Roma, sorpreso a cedere dosi di cocaina ad alcuni giovani in via dell’Archeologia. Nelle sue tasche i Carabinieri hanno trovato altre dosi della stessa sostanza e circa 500 euro, provento dello spaccio. L’arrestato è stato portato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo. Dovrà difendersi dall’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e dovrà spiegare all’Autorità Giudiziaria la sua presenza nel Comune di Roma nonostante il divieto impartitogli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*