2° Memorial “Bruno Taddei”: al “Maracanà” di Velletri il ricordo del “Primo tifoso dello Sport”

Una domenica mattina all’insegna dello sport al “Maracanà” di Velletri dove ben quattro squadre, con i loro bambini 2007, si sono sfidate nel ricordo di Bruno Taddei.

Una persona molto stimata e da sempre vicina allo sport, sia come atleta che come “accompagnatore” dei figli prima e dei nipoti poi. Il signor Bruno, scomparso a fine giugno 2015, è vivo nel cuore della famiglia e di tutte le persone che gli hanno voluto bene e lo hanno apprezzato.

memorial bruno taddei
La premiazione di Nikita Taddei, portiere e capitano della Nuova Vjs velletri, nipote di Bruno

La Nuova Vjs Velletri, il Giulianello Calcio, il Real Velletri e l’Atletico Lariano si sono così sfidate in partite davvero emozionanti. Pareggio per 1-1 all’esordio nel derby tra Vjs e Real, con i rossoneri che vedono tra le proprie fila il portiere e nipote di Bruno, Nikita Taddei, oggi capitano della squadra. Poi la compagine guidata da mister Borraccesi ha battuto 3-2 il Lariano, mentre tra Real e Lariano un pirotecnico 5-5 ha dato spettacolo.

Le gare sono state di trenta minuti l’una e alla fine c’è stata un’ultima amichevole dalla forte carica simbolica: mister Luigi Petrizzelli, attuale tecnico dei 2007 del Giulianello, era infatti molto legato a Bruno Taddei, suo dirigente accompagnatore per anni ai tempi dello Sporting Velletri dove militava l’altro nipote di Bruno, Oleg Taddei, allenato appunto da mister Petrizzelli. Per questo, nonostante il triangolare fosse già stato organizzato, ci ha tenuto a partecipare con i suoi ragazzi e c’è così stata la gara di chiusura  Nuova Vjs Velletri-Giulianello Calcio finita col risultato di 2-4. Allo sport è seguito il ricordo di Bruno, uomo onesto e stimato, come ricordato dal figlio Fabio, che insieme alla madre, allo zio Silvano (fratello gemello di Bruno Taddei), ai figli e a tutta la famiglia si è occupato di premiare tutti i partecipanti con una medaglia per giocatore e ogni squadra con una coppa. Tante emozioni e tanto bel calcio per onorare una persona benvoluta che ha sempre vissuto a contatto con lo sport. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*