Velletri – Terremoto, grande partecipazione al convegno tematico del gruppo “Insieme”

Venerdì 28 ottobre si è tenuto nella sala parrocchiale di San Salvatore l’annunciato incontro, il 16°, organizzato dal gruppo “Insieme”. Questa volta si è parlato del triste fenomeno fisico del terremoto, un evento che ha portato tanta distruzione, morti e feriti.

terremoti taddei velletri insiemeDopo una breve introduzione, Antonio Liberati, coordinatore del gruppo, ha dato subito la parola al relatore della parte tecnica, il geologo Fabio Taddei, che nella sua relazione ha chiarito questo fenomeno della natura nella sua interezza, dal significato della parola “terremoto” alle varie forme con cui esso si può manifestare, dal semplice assestamento del terreno ai grandi fenomeni che sconvolgono alcune parti del nostro mondo, dalla struttura interna del nostro pianeta alle famose “placche” che galleggiano come zattere sul magma. Una disamina completa, chiara a tutti, ricca di particolari e di riferimenti geografici.

Ha preso poi la parola il nostro Vescovo, S.E. Mons. Vincenzo Apicella che si è soffermato su quanto i danni umani siano altrettanto grandi che quelli materiali. Intanto, il tema del terremoto ha interessato fortemente anche l’ambiente religioso: su “Civiltà cattolica”, rivista dei Gesuiti, Francesco Occhetta parla di mancata prevenzione e di attenzione verso ciò che poi causa il sisma. L’uomo si deve rendere conto che il terremoto è un fenomeno naturale, ha poi continuato Mons. Apicella, e come tutti gli altri fenomeni naturali, deve essere prima di tutto conosciuto nelle sue leggi naturali. La scienza, pur non completamente, ci fornisce alcune informazioni preziose che ci permettono almeno a contenere l’effetto distruttivo.

Ha anche affrontato un tema tanto riportato dalle credenze popolari: il terremoto come uno dei castighi di Dio per i tanti peccati commessi dall’uomo. “Niente di più falso”, ha commentato il Vescovo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*