Terremoto, la situazione nei Castelli: scuole, uffici comunali e viadotti chiusi

Sono in corso in queste ore nei vari comuni dei Castelli romani ispezioni per verificare eventuali danni negli edifici storici e, soprattutto, nelle scuole.

 

crepe sul ponte di aricciaLa città con i disagi maggiori, al momento, è sicuramente Ariccia dove il sindaco Roberto di Felice è stato costretto a chiudere, per ragioni di sicurezza, tutti gli immobili considerati a rischio, gli uffici comunali e le scuole. Ma non solo, ad Ariccia sono ancora chiusi e, probabilmente, così resteranno a lungo anche i tre viadotti nonché diversi sottopassi ferroviari. Traffico a rilento, dunque, sia in entrata che in uscita dalla città. Scuole chiuse anche a Marino e a Genzano dove i sopralluoghi per verificare la staticità degli edifici si erano appena conclusi. Dopo l’ultima scossa, di magnitudo 6.5 con epicentro nei pressi di Norcia, sarà dunque necessario ricominciare le ispezioni da zero.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*