Non si placa l’emergenza carcere a Velletri, la protesta dell’UGL PP: “Pochi agenti, troppi posti di servizio”

Il Carcere di Velletri oramai è diventato oggetto di cronaca quotidiana, il sindacato Ugl Polizia Penitenziaria denuncia continuamente la grave situazione che si vive nel penitenziario.

carcere proteste sappeA denunciare i fatti è il noto sindacalista Carmine Olanda che continua a denunciare le grosse difficoltà sia strutturali che la grave mancanza di personale.

Come sindacato – denuncia Olanda – nonostante la grave carenza di personale nel penitenziario aumentano i posti servizio e oltre al danno si aggiunge anche la beffa perché i posti di servizio aggiunti non sono salubri alla tutela della salute dei lavoratori come è previsto dalla Lgs 81/2008.

Abbiamo chiesto alla Direzione del carcere di prendere urgenti provvedimenti al fine di mettere in condizioni il personale a svolgere servizio in condizioni umane e non in posti esposti a temperature elevate, arrugginiti con escrementi di uccelli e privi di condizionatori freddo/caldo.  

Questo modo di lavorare – continua Olanda – sta amplificando lo stress Psicofisico degli Agenti già sfiancati da tempo, adesso arrivati alle estremità delle loro forze.

L’ attuale Governo e il DAP non possono girarsi dall’ altra parte facendo finta di non sentire facendo scarica barile . Se non sono capaci di risolvere l’ emergenza carceri, farebbero meglio a dimettersi e a dichiararsi incapaci di Governare e di Amministrare.

Oggi i Poliziotti del Penitenziario di Velletri si sentono abbandonati a se stessi, Come sindacato – conclude Olanda – stiamo valutando insieme ai propri iscritti di intraprendere qualche forma di protesta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*