La posa della pietra dell’Emporio della Solidarietà

Lunedì 19 giugno 2017 alle 12,15, con ingresso dal cortile in via Principe Amedeo 34, si terrà la posa della prima pietra per la realizzazione dell’Emporio della Solidarietà della Caritas di Frascati, il primo a sorgere nei comuni della Diocesi Tuscolana. L’Emporio, situato in via Massimo D’Azeglio snc, sarà uno strumento di sostegno alle famiglie in difficoltà. I lavori riguarderanno le manutenzioni straordinarie dei locali, la loro messa a norma, l’abbattimento delle barrire architettoniche e la realizzazione di una piattaforma interna per disabili.

Frascati comune emporio della solidarietà borderlineL’Emporio della Caritas non vuole sostituirsi alle istituzioni, che anzi dovranno mantenere il loro ruolo centrale di sostegno e di appoggio alle persone e alle famiglie in difficoltà, attraverso le Politiche Sociali e gli Uffici dei Servizi Sociali comunali. Piuttosto l’Emporio vuole aiutare e sostenere le istituzioni nel risolvere le problematiche legate all’indigenza e al conforto economico alle famiglie. L’obiettivo è di dare una possibilità concreta per superare la situazione di “crisi” nel recupero della propria dignità, nel solco di esperienze già avviate in altre parti di Italia e che nella sola Capitale conta ben quattro Empori.

 Ormai a richiedere “viveri” non sono soltanto le cosiddette persone “border line”, ma famiglie con un lavoro e con una casa che non arrivano alla fine del mese (o meglio alla terza/quarta settimana del mese). In America è stata coniata l’espressione working poors, lavoratori poveri, per coloro che pur lavorando gravitano intorno alla soglia di povertà. Un fenomeno ben presente in Italia.

 «Sono soddisfatto che il progetto dell’Emporio della Solidarietà, realizzato in collaborazione con la Caritas Diocesana Tuscolana, possa finalmente avviarsi perché sarà uno strumento utile alle tante famiglie bisognose dei nostri comuni – dichiara il Commissario Straordinario Bruno Strati -. Inoltre, sono convinto che l’esperienza di Frascati potrà essere di stimolo e di traino affinché vengano attivati altri Empori in altri comuni dei Castelli Romani».

 Dopo l’ascolto presso la comunità parrocchiale, le famiglie in possesso dei requisiti per accedere all’Emporio della Solidarietà saranno dotate di una Card simile ad una carta a punti scalare, rilasciata dalla Caritas Diocesana, che consentirà loro di accedere all’Emporio. In futuro, oltre che per l’accesso all’Emporio, si cercherà di rendere la card utilizzabile anche come strumento per altre iniziative di solidarietà e culturali e in ambito socio-sanitario, assistenziale e promozionale.

 La Caritas Diocesana, oltre a sostenere le persone e le famiglie in difficoltà, fornisce sostegno psico-sociale, collegamento con i servizi formali ed informali del territorio, facendo opera di mediazione, aiuto nel disbrigo di pratiche burocratiche, contatti telefonici costanti, realizzazione di progetti e percorsi individuali, interventi di sostegno psicologico, orientamento legale, orientamento per l’inserimento nel mondo del lavoro, erogazione farmaci, studio medico, mensa e dormitorio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*