Come produrre meno rifiuti

Il  tema dell’abbandono sul territorio di ogni tipo di rifiuto è una vera e propria emergenza non solo dal punto di vista ambientale, ma anche sociale, che non può lasciare indifferenti e di fronte alla quale c’è almeno una soluzione alla portata di tutti: produrre meno rifiuti possibile. Ciò significa fare appello al senso civico di ognuno, partendo dal presupposto che più che bonificare ed essere costretti a raccogliere i rifiuti, questi non dovrebbero essere abbandonati. I Comuni, gli unici Enti locali competenti adibiti allo smaltimento,  possiedono una propria isola ecologica dove conferire rifiuti particolari, ci si può informare presso la propria Amministrazione circa gli orari e i giorni di apertura.
rifiuti CastelliUna corretta gestione dei rifiuti è sicuramente quella che riduce la quantità dei materiali da portare in discarica: l’obiettivo deve essere quello di spingere verso soluzioni che tutelino la salute e l’ambiente, ma che allo stesso tempo siano condivise dalla cittadinanza. La raccolta differenziata permette di sottrarre dallo smaltimento finale fra il 70-85 % in peso dei rifiuti prodotti, inoltre ottenere un buon materiale dalla raccolta differenziata significa migliorare la fase successiva, quella del riciclaggio.
É importante che questa consapevolezza entri a far parte delle nostre azioni quotidiane, a tutti i livelli, per orientarsi verso una forma di sviluppo economico e sociale che non pregiudichi alle future generazioni l’opportunità di beneficiare delle riserve naturali disponibili ma, è importante sottolineare, esauribili.
La strategia delle “Erre”: Riduzione alla fonte, Riutilizzo/Riuso, Raccolta differenziata, Riciclo/Recupero dei materiali è l’unica che può ridurre l’impatto negativo a livello ambientale e sanitario. In questo modo infatti diminuisce il ricorso all’incenerimento che nel complesso significa meno inquinamento e convenienza  anche dal punto di vista economico per il risparmio energetico che ne consegue. Il suo indotto inoltre crea occupazione, valorizza ciò che scartiamo veicolando quindi un messaggio sociale importante.
Tutti possiamo fare dei piccoli passi quotidiani che ci porteranno in breve tempo a cambiare le nostre abitudini riducendo la quantità dei rifiuti prodotti.
Prima di acquistare un prodotto, pensa se ti è veramente utile; scegli prodotti con poco imballaggio, o con imballaggi costituiti da un solo materiale; non abusare di prodotti usa e getta, come piatti e bicchieri di plastica; scegli detersivi e altri prodotti ricaricabili e biodegradabili; per la spesa usa shopper riutilizzabili; utilizza prodotti con vuoto a rendere o distribuiti alla spina; prima di buttare un apparecchio rotto, verifica se può essere riparato; riutilizza gli scatoloni come contenitori, il retro dei fogli di carta per prendere appunti; usa se è possibile acqua del rubinetto, magari filtrata; trasforma i tuoi rifiuti organici e gli scarti del giardino in compost, un ottimo fertilizzante; evita stampe inutili di documenti sul tuo computer; dona a scuole o biblioteche i libri usati.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*