Nuove politiche di allargamento del sostegno all’inclusione per Albano

L’entrata in vigore del Decreto del 16 marzo 2017, emanato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha ampliato il Sostegno per l’Inclusione Attiva. Il progetto SIA è una misura di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate nelle quali almeno un componente sia minorenne oppure sia presente un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata.

albano inclusione attiva sostegno previdenza indennitàIl Decreto del 16 marzo 2017 ha in particolare allargato il limite complessivo degli altri trattamenti economici, anche fiscalmente esenti, di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale, a qualunque titolo concessi dallo Stato e da altre amministrazioni pubbliche a componenti il nucleo familiare, riferito al nucleo familiare nel suo complesso, passa da 600 euro mensili a 900 “in caso di presenza nel nucleo di persona non autosufficiente, come definita ai fini ISEE e risultante nella DSU”.

Inoltre l’ammontare del contributo economico mensile viene incrementato di ulteriori 80 euro in caso di nuclei familiari composti esclusivamente da genitore solo e da figli minorenni. Il Consigliere comunale, Gabriele Sepio, ha commentato: «Il sostegno presenta delle caratteristiche innovative in coerenza con la politica sociale che il Comune di Albano Laziale sta portando avanti da qualche anno. E’ prevista, infatti, la creazione di progetti personalizzati volti a favorire l’attivazione sociale e lavorativa unitamente alla erogazione di un sussidio. Il fatto di coniugare il sostegno economico con le politiche attive del lavoro significa dare la possibilità ai cittadini in difficoltà di entrare in un circuito virtuoso e recuperare un ruolo sociale superando il mero assistenzialismo». Per maggiori informazioni rivolgersi agli uffici dei Servizi Sociali negli orari di apertura al pubblico: lunedì e giovedì dalle ore 15.30 alle ore 17.30. Martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 11. Oppure contattare i numeri 0693019541 – 548.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*