Marcondiro Omo si racconta “La musica è materia necessaria”

Il Festival dei Castelli Romani 2017 si è concluso ed i vincitori sono i Marcondiro, con il brano “Ammore vero”. Marcondiro Omo, cantautore del gruppo, si racconta in un’intervista a tutto tondo sulla sua vita artistica.

Com’è nata la tua passione per la musica?
Sono nato con la passione per la musica. Fin da bambino questa forma d’arte ineffabile, ha suscitato in me lo stupore ed il trasporto che rivivo soprattutto quando scrivo e compongo.
Marcondiro musicaA quale musicista ti ispiri e quali sono i tuoi artisti preferiti?
Ho ascoltato sempre tanta musica e dunque sono legato a molti musicisti, e compositori soprattutto quelli visionari. Per me la musica è un’esperienza anche visiva, oltre che uditiva. Questo è il motivo per cui sono molto legato al cinema dei grandi autori. Sono in effetti un cinofilo-cinefilo, (eheh) penso cioè, che , se diretti bene, anche gli attiri cani possono fare Grande un Film (vedi P.P. Pasolini, Lars Von Trier etc.), anche se preferisco i Cani-Attori (sono un fan di Lessie eheh). Certo è, che non si può dire lo stesso per la musica. Per fare grande musica bisogna essere molto preparati e studiare tanto. Tra i grandi miei punti di riferimento posso citarti Frank Zappa, Paolo Conte, Claude Debussy, Miles Davis, Monteverdi…Seikilos(.)
La tua esperienza al Festival dei Castelli Romani: come l’hai vissuta e soprattutto ti aspettavi di vincere?
La vittoria è arrivata completamente inaspettata. Devo dirti che la qualità degli altri concorrenti era alta. Ho ascoltato “roba” fatta bene e con passione, quindi è stato davvero un gran divertimento ed un piacere partecipare a questo gioco. Io amo giocare, soprattutto quando lavoro duramente ad una produzione artistica.
Quali progetti hai per il tuo futuro musicale?
Attualmente i MARCONDIRO sono al lavoro sul nuovo disco che verrà in gran parte realizzato nel nostro studio di produzione artistica con macchine vintage PARODOI. Quindi sarà un’estate creativa e ricca di incontri e collaborazioni!
Cosa ti piace della musica attuale?
Credo che la musica contemporanea rappresenti bene il cambiamento climatico e tecnologico che stiamo vivendo.
Cos’è per te la musica?
Ti rispondo come ti risponderebbe, a mio avviso, qualunque essere umano. La musica è materia necessaria, non v’è cultura o società umana, su questo pianeta, che non abbia un sistema musicale organizzato. Quindi Buon #AscoltoVisivo!
Davide Brugnoli
 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*