“Introduzione alla Massoneria”: i misteri più affascinanti della Storia Moderna in un testo di Fabio Venzi

Di Edoardo Baietti

Cos’è e quali sono i suoi scopi? Una domanda che ricorre continuamente nella dialettica sulla Massoneria, l’istituzione esoterico-iniziatica che, per il carattere così particolare della sua natura, non smette di far parlare di sé ancora oggi.

Eppure, la sua fondazione è uno dei momenti più rilevanti dell’intera Storia Moderna. Questo perché da quel momento l’idea stessa di “associazione umana” non sarà più la stessa.

È il Gran Maestro della Gran Loggia Regolare d’Italia, il sociologo Fabio Venzi, ad aver delineato attraverso un apparato testuale di rilievo, la storia della Libera Muratoria dalle sue origini ai giorni nostri. Si tratta di “Introduzione alla massoneria”, Ed. Atanòr 2012.

I documenti privilegiati nel saggio sono quelli anglosassoni, che fanno risalire la nascita dell’istituzione a circa 300 anni fa, pur continuando però una tradizione esoterica risalente forse all’inizio dei tempi. In ogni caso, le prospettive indicate da Fabio Venzi (come riassunto nell’introduzione), sono due: 1) La massoneria è un’associazione culturale ed etica, 2) La massoneria è una società iniziatica. Ciò significa molto, perché all’interno dell’istituzione confluiscono le più svariate dottrine e in particolare, secondo l’autore, il Neoplatonismo.

Un saggio imprescindibile per gli appassionati di esoterismo e soprattutto della Massoneria moderna, un’istituzione il cui scopo dichiarato è quello del perfezionamento etico nonché conoscitivo dei suoi aderenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*