Resto in piedi: la campagna per aiutare i terremotati passa anche per l’abbigliamento

L’inverno sta arrivando e come gli italiani possono apprendere quotidianamente dai notiziari per le popolazioni colpite dal sisma si prospettano giorni lunghi, freddi e difficili.

Migliaia di persone non solo non hanno più un’abitazione, ma hanno perso anche tutti gli effetti personali, gli oggetti e persino gli abiti. Nasce proprio da questa consapevolezza la campagna no profit per aiutare “ i nostri amici nelle zone colpite dal sisma”.

resto in piediCome? Non semplicemente con la donazione di denaro, il cui utilizzo è difficile da ricostruire, ma con l’acquisto di una felpa che viene poi regalata a tutti gli sfollati. Tante persone hanno infatti bisogno di indumenti caldi e confortevoli per affrontare la stagione, per darsi da fare a ricostruire le strutture crollate e da indossare semplicemente tutti i giorni.

La felpa con cappuccio è disponibile in 10 colori e in tutte le taglie. È adatta, dunque, a grandi e piccini, a uomini e a donne. Ad occuparsi dello smistamento e della consegna sarà Daniele Testa con base operativa presso il prosciuttificio principe di via Meggiana a Norcia.

L’acquisto, alla modica cifra di 16 euro, avviene in maniera sicura tramite Paypal, oppure tramite normale carta di credito. Moltissime le vendite già effettuate in questi giorni con l’hashtag #restoinpiedi che sta infondendo forza e coraggio, in maniera spiritosa, tra le migliaia di sfollati che non vogliono abbandonare i luoghi dove sono nati e cresciuti. I promotori della campagna ci tengono a precisare che si tratta di un indumento nuovo e di qualità che aiuterà, oltre che economicamente, anche praticamente, le popolazioni colpite dal sisma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*