Lariano: ha celebrato i 50 anni di autonomia comunale con una giornata ricca di eventi

E’ stata una giornata storica e di festa per l’intera comunità di Lariano quella di Lunedì 28 Agosto, ricorrenza dei 50° anni di autonomia Comunale. L’amministrazione comunale, per l’importanza occasione aveva predisposto un ricco programma che si è snodato lungo tutta la giornata.

In Piazza Santa Eurosia dalla mattina  si è svolto l’evento filatelico con una postazione di Poste Italiane dove venivano date delle cartoline storiche di Lariano con il timbro della data storica che sancisce i 50 di autonomia comunale per Lariano. A seguire alle ore 18 alla presenza di alte autorità civili, religiose, numerose associazioni locali e tantissimi cittadini si è svolto in un’aula consiliare strapiena il Consiglio Comunale straordinario in occasione della importante data storica. Presente il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il presidente del Consiglio Regionale del Lazio Daniele Leodori, il vescovo della Diocesi Velletri- Segni Mons. Vincenzo Apicella, Padre Vincenzo Molinaro.

Presenti inoltre all’evento una folta schiera di sindaci: Felicetto Angelini di Artena, Mauro Primo De Lellis di Cori, Nicola Marini di Albano Laziale, Pierluigi Sanna di Colleferro, Luciano Andreotti di Grottaferrata con  il vicesindaco Luciano Vergati, Damiano Pucci di Rocca Priora, l’assessore Luca Masi per il Comune di Velletri, l’assessore Maria Bruni del Comune di Frascati, il presidente del Consiglio comunale Mirco Natalizia del Comune di Valmontone. Presenti inoltre i consigliere regionale Giancarlo Righini e Simone Lupi, la senatrice Anna Maria Parente, l’on. Renzo Carella, una delegazione del Comune gemellato di San Ferdinando Di Puglia con in testa il presidente del consiglio comunale Fabio Capacchione, il presidente del Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani Giuseppe De Righi.  Ha aperto gli interventi il presidente del consiglio comunale di Lariano Leonardo Caliciotti che nel corso del suo discorso ha affermato:”

Oggi siamo attori di un’eredità che ogni larianese ha radicata nel proprio cuore. Testimoni di una storia che non possiamo permetterci di deludere. Il nostro retaggio è fondato sul coraggio e la determinazione degli Eroi che hanno reso Lariano libera. Trasmettendoci un segnale di speranza, che negli anni smuove le nostre coscienze. Dimostrando che un futuro migliore è possibile. Ricordandoci di credere sempre nei nostri sogni, sino a tramutarli in realtà”. Poi è intervenuta dai banchi della minoranza la consigliera Sabrina Verri che ha sottolineato che” Lariano va omaggiata tutti i giorni, rispettandola e rendendola a misura di cittadino e di bambino”.

Poi è intervenuto il consigliere di minoranza del gruppo Il Coraggio di Cambiare, Francesco Montecuollo che ha lanciato l’idea di istituire una giornata commemorativa in ricordo delle vicende storiche di Lariano con il coinvolgimento fattivo del mondo della scuola. Poi l’intervento intenso del sindaco di Lariano Maurizio Caliciotti che ha ringraziato tutte le autorità civili e religiose e tutti i presenti e ha ricordato le vicende storiche e le gesta di chi ha contribuito al traguardo dell’autonomia Comunale. “È un’occasione importante quella che celebriamo oggi –ha affermato il sindaco di Lariano Maurizio Caliciotti-  i primi cinquant’anni di storia larianese – una storia fatta di uomini volenterosi e determinati che nel corso del 900 posero le basi, e infine raggiunsero, un traguardo che inizialmente sembrava quasi superiore alla loro capacità.

Oggi, con lo svelamento di una targa in loro onore, fisseremo nel tempo i nomi dei tredici benemeriti larianesi, che presentarono, il 23 maggio 1926, il ricorso al commissariato regionale per ottenere la prima gestione autonoma del territorio e che determinò, nel 1935, l’istituzione dell’amministrazione dei beni demaniali di Lariano. I loro nomi entrano così a far parte della storia di Lariano: Vittorio Abbafati, Enrico Angeloni, Lorenzo Bastianelli, Vitaliano Bastianelli, Umberto Biagi, Settimio Biagi, Felice Colella, Plinio Corsetti, Ettore D’Agapiti, Alfredo Mastrella, Vittorio Massimi, Giuseppe Palmieri, Paris Valeri, a loro va il nostro più doveroso e sentito ringraziamento”.

Il sindaco poi ha parlato nel discorso delle vicende storiche che si sono susseguite sino all’autonomia comunale sancita con decreto presidenziale il 28 Agosto 1967, evidenziando il grande lavoro profuso dai componenti del Comitato per l’autonomia guidati da Padre Antonio Cima, e ricordato poi i vari sindaci che si sono succeduti. “Infine vorrei ringraziare- ha affermato- in particolar modo in questa occasione istituzionale, il Comitato che ha lavorato e continuerà a lavorare per tutto il 2017 composto da Gaetano Campanile, Padre Vincenzo Molinaro, Prof. Valentino Romani, Prof.ssa Isabella Pitone, Prof.ssa Teresa Tamburlani, Gianni Bastianelli, Prof. Danilo Rossi, Daniele Scifoni, Edmondo Furi, Padre Domenico Aiuto, Riccardo Cimmino, Giancarlo Felci e dalla mia collaboratrice Luana Spallotta.

Un ringraziamento a coloro che ci hanno fornito il materiale per la mostra: Studio D’Abbruzzi, l’Istituto Comprensivo, la Parrocchia” Poi è intervenuto Bruno Belli, unico componente in vita del Comitato dell’Autonomia che ha ricordato le vicende storiche che hanno portato alla conquista dell’autonomia Comunale. E’ Intervenuto il Vescovo Mons. Vincenzo Apicella che ha sottolineato che” la presenza della Chiesa è determinante nella crescita di una comunità”. Il presidente del consiglio Regionale del Lazio Daniele Leodori ha sottolineato l’importanza della ricorrenza storica per la comunità di Lariano. Poi è intervenuto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti:” Avete fatto benissimo a sottolineare l’importanza di quanto avvenne 50 anni fa, cioè l’importanza della storia, e di quanto raccontando la storia della comunità sia decisivo non perdere la memoria e conoscere le proprie radici.

La storia è la data, la storia è il fatto storico, la  memoria è capire  perché ad un certo  punto della storia,  appunto delle persone fecero delle scelte. Quindi accanto al fatto storico comprendere i motivi che hanno portato gli eventi ad avere un certo corso” Poi ha aggiunto: ”La dimensione comunale è una delle dimensioni primarie insieme alla famiglia. La storia è figlia di azioni che individui compiono. E’ giusto ricordare storie e nomi e la gioia per il raggiunto traguardo dell’autonomia comunale di Lariano. Anche in questa occasione se vogliamo tenere alta l’ambizione dobbiamo innovare, facendo scelte importanti per rilanciare la dimensione globale. Ricordare chi ci ha permesso di essere qua è dare un segnale importante alle nuove generazioni”.

Dopo i vari interventi si è chiuso il consiglio comunale e c’è stato lo svelamento della targa commemorativa sita proprio appena fuori la porta dell’aula consiliare, dei tredici benemeriti larianesi, che presentarono, il 23 maggio 1926, il ricorso al commissariato regionale per ottenere la prima gestione autonoma del territorio e che determinò, nel 1935, l’istituzione dell’amministrazione dei beni demaniali di Lariano. Poi ci sono state in aula giunta le foto di rito e la consegna da parte dell’amministrazione comunale di Lariano di varie targhe alle autorità.

La serata di festa è proseguita poi il corteo rievocativo del corteo storico del 1976 quando i larianesi scesero in piazza per protestare contro la sentenza del Consiglio di Stato che aveva momentaneamente riportato Lariano a frazione di Velletri.  Corteo alla presenza delle autorità e aperto dal Gruppo Strumentale Città di Lariano e majorettes e con i Draghi Castel D’Ariano e numerose associazioni di Lariano  che ha percorso le vie cittadine e poi è giunto in piazza Santa Eurosia gremita di cittadini.

La serata è proseguita con degustazioni a cura di varie associazioni locali, ottima musica in piazza, momenti con la poesia, e serata condotta da Stefano Raucci. C’è stata poi la consegna di numerosi riconoscimenti a cura dell’amministrazione comunale con in testa il sindaco Maurizio Caliciotti e l’assessore allo sport Fabrizio Ferrante Carrante e sul palco vicesindaco Claudio Crocetta e vari assessori e consiglieri comunali, a sportivi, associazioni, attività di Lariano, personalità storiche, a coloro che hanno festeggiato quest’anno i 50 anni di matrimonio.

Per concludere in bellezza il taglio di una bellissima torta con il simbolo del 50° dell’autonomia comunale(realizzata da Barbara Pantoni) e brindisi di gruppo a chiudere una giornata storica. Per concludere ricordiamo il prossimo appuntamento dell’Estate Larianese: Sabato 2 Settembre alle ore 21 al Piazzale dell’Anfiteatro ci sarà una serata dedicata alla moda, bellezza ed eleganza con la tappa del concorso internazionale Miss Mondo. Presenterà la serata Marco Ciriaci. Ospite e madrina Conny Notarstefano Miss World Italy 2017.

Alessandro De Angelis

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*