La campagna #Salvailsuolo

Pochi giorni di tempo ancora per firmare la petizione che chiede all’Europa norme contro il consumo e il degrado del suolo.
suolo campagnaLa campagna #Salvailsuolo, promossa da un insieme di associazioni che comprende Acli, Coldiretti, Fai, Istituto nazionale di urbanistica, Legambiente, Lipu, Slow Food, WWF, evidenzia che stiamo pagando conti sempre più salati alla colata di cemento che ha coperto l’Italia, serve una legge che tuteli il suolo e non possiamo aspettare ancora, perché solo salvando il nostro suolo da subito, possiamo prevenire nuovi disastri ecologici e limitare i danni di alluvioni, frane e terremoti. Occorre impedire che la cementificazione prosegua, senza qualità e riguardo per le risorse naturali e il paesaggio agrario, perché dal suolo dipende la sicurezza di tutti.
Il contrasto del consumo e del degrado del suolo è una emergenza per l’Europa, ma è una battaglia ancor più cruciale per il nostro Paese, dove maltempo ed eventi naturali intrecciano tragicamente i loro effetti con l’abusivismo edilizio, ai danni di un territorio sempre più vulnerabile. Ciò che si vuole chiedere all’Europa è una legge che preservi il suolo dal crescente degrado e ci protegga da disastri naturali, dovuti anche ai cambiamenti climatici in atto. Quattro sono i buoni motivi per aderire, elencati nell’appello “People4Soil”: impedire la cementificazione selvaggia, l’abusivismo e la costruzione di ecomostri; prevenire nuovi catastrofi ambientali legate al dissesto del territorio; impedire l’avvelenamento della terra e avviarne il risanamento; impedire disastri economici e sociali globali.
Per saperne di più e aderire on line alla petizione, basta collegarsi al sito: www.salvailsuolo.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*