Bajocco Festival, a pochi giorni dalla chiusura ecco il bilancio

Duecento spettacoli gratuiti, artisti di strada provenienti da tutto il mondo, circa 60 mila presenze fra venerdì e sabato, numeri importanti se si tiene conto che la manifestazione, tradizionalmente svolta su tre giorni, quest’anno non ha potuto contare sulla domenica per la sospensione preventiva delle attività causa il forte maltempo. Un successo che nasce da oltre un anno di lavoro e dall’impegno dell’Associazione XV Miglio, ideatrice dell’evento, e dell’Assessorato alla Cultura, Turismo e Spettacolo che hanno curato l’organizzazione.

bajocco festival albanoLa settima edizione del Bajocco Festival si è svolta in piena sicurezza grazie alla sinergia messa in campo fra le Forze dell’Ordine, il Comando di Polizia Locale, il Gruppo Comunale di Protezione Civile e il servizio di steward predisposto dagli organizzatori. Sulla manifestazione è intervenuto il Sindaco Nicola Marini: «Anche questa edizione è stata un grande successo. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato alla sua buona riuscita, svolgendo egregiamente il proprio ruolo. Il merito è ancora maggiore considerando che, a poche ore dall’inizio dell’evento, il Presidente dell’Associazione XV Miglio e coordinatore del Bajocco Festival, Gianluca Pelle, purtroppo ha avuto un serio problema di salute, fortunatamente poi risolto. A lui vanno i più sentiti auguri di pronta guarigione, oltreché un grande ringraziamento per l’impegno, l’entusiasmo e l’organizzazione messa in campo».

Continua il Sindaco: «Il Bajocco Festival ha confermato numeri importanti e la rinnovata dislocazione degli spazi ha funzionato in maniera eccellente, garantendo un maggior ordine e permettendo alle migliaia di visitatori di poter godere appieno sia delle aree spettacolo che di quelle ristoro. Al termine di un evento così imponente, è doveroso ringraziare l’Associazione XV Miglio, tutti i volontari e tutto il personale degli uffici comunali. Un ringraziamento particolare va al Comando di Polizia Locale, alle Forze dell’Ordine e al Gruppo Comunale di Protezione Civile che hanno accuratamente monitorato il rispetto delle linee guida di “safety” e “security” definite dall’Amministrazione nel rispetto delle linee guida indicate dalla Prefettura di Roma. Questo aspetto è stato sottolineato anche dalla Questura di Roma con una specifica nota sulla propria pagina Facebook».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*