“Truffe del Campanello” in aumento. Emergenza ai Castelli Romani, molti i casi segnalati

In costante aumento le “truffe del campanello” segnalate dai cittadini della zona dei Castelli Romani: alcuni individui, spacciandosi per dipendenti del Comune, di farmacie o volontari di Parrocchie, suonano ai campanelli delle Truffa Campanelloabitazioni per richiedere somme di denaro a scopi benefici. Attraverso questi escamotage i “furbetti” riescono ad introdursi in abitazioni private ed estorcere denaro senza averne alcun diritto, raggirando onesti cittadini ignari della situazione. Inoltre spesso e volentieri questi “furbetti” si spacciano per dipendenti di società fornitrici di gas o elettricità, con la scusa di “voler effettuare una lettura del contatore“; oppure si spacciano per promoter di qualche società telefonica e riescono a raggirare persone proponendo falsi contratti o offerte inesistenti. Le vittime preferite sono gli anziani, i quali vengono facilmente raggirati e derubati inconsapevolmente. La notizia è stata segnalata anche da alcuni Uffici Stampa dei Comuni della zona, i quali invitano i cittadini a rivolgersi alle Forze dell’Ordine qualora venissero a conoscenza di episodi di questo tipo. La raccomandazione rimane sempre quella di non aprire la porta se si dovessero presentare casi sospetti di questo tipo e soprattutto effettuare un controllo di verifica, telefonando all’ente o alla società in questione, prima di aprire porte o “donare” soldi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*