Frascati, Lazio Ambiente: martedì raccolta differenziata a singhiozzo per improvvisa astensione dal lavoro dei dipendenti

Martedì 19 settembre scorso si sono verificati dei disservizi nella raccolta dei rifiuti a seguito di una agitazione ed astensione dal lavoro non preannunciata di alcuni dipendenti di Lazio Ambiente Spa che operano a Frascati e che ad oggi devono ancora percepire lo stipendio di agosto e da tempo ormai non ricevono con regolarità il pagamento delle loro spettanze.

Frascati ComuneL’Amministrazione Comunale è vicina ai dipendenti di Lazio Ambiente ed alle loro famiglie ed il Sindaco, nella giornata di ieri, si è recato presso la sede della società per un incontro con i vertici aziendali, per sollecitare una soluzione rapida della situazione. L’Amministratore Unico della società Gregorio Narda ha riferito in ordine allo stato dei fatti, prospettando a breve delle novità riguardanti il perfezionamento dei trasferimenti dalla Regione Lazio in favore di alcuni comuni serviti da Lazio Ambiente, che dovrebbero permettere il pagamento delle spettanze arretrate e quelle prossime alla maturazione.

L’Amministrazione Comunale continuerà a seguire con attenzione l’evoluzione della situazione anche per limitare al minimo i disagi per la cittadinanza, disagi ancor più inaccettabili alla luce del corretto adempimento da parte del Comune ai propri obblighi contrattuali nei confronti di Lazio Ambiente. In questo senso, nel rispetto dei diritti di tutte le parti, il Sindaco ha formulato, anche personalmente ai lavoratori, l’invito affinché le legittime iniziative di protesta vengano sempre assunte nel rispetto delle modalità e dei termini di legge, per consentire all’Amministrazione di limitare i disservizi, per gli incolpevoli cittadini e per le migliaia di persone che quotidianamente vengono accolte in città per motivi di studio, lavoro e tempo libero.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*