Uccide un cane randagio senza motivo, condannato 6 mesi di reclusione un 50enne

Una notizia che fa venire i brividi, una violenza inaudita quella che si è verificata nella città di Rocca di Papa, dove un Rocca cane50enne originario di Spigno Saturnia, precisamente il 19 giugno di quattro anni fa ha provocato la morte di un cane randagio, un meticcio nero di circa sette anni, colpendolo violentemete con una pala al muso e alla testa. L’uomo è stato condannato dal Tribunale di Velletri a 6 mesi di reclusione con l’accusa di omicidio di animali, con sospensione condizionale della pena. Il cane, così come descritto da alcuni testimoni, era un cane di natura tranquilla ed era tra l’altro appena stato aggredito da un altro cane, nel momento in cui l’uomo ha deciso brutalmente di porre fine alla sua vita, senza alcun motivo. Le cause della morte sono state ricondotte dai veterinari proprio ai traumi subiti dai colpi di pala. Quest’ultima è stata la prova schiacciante che ha fatto scattare il processo e di conseguenza la condanna.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*