Continua a provocare sgomento il caso della cagnolina trovata impiccata nei boschi di Rocca di Papa qualche giorno fa; intanto le indagini procedono per tentare di capire chi sia il fautore di una

Parco cagnolina
Carlo Grillo, Responsabile del Servizio Vigilanza del Parco dei Castelli Romani
Foto da www.castellinotizie.it

violenza tanto inaudita quanto atroce. Sono stati ascoltati nel frattempo i proprietari della cagnolina, che a quanto emerge dalle informazioni, aveva poco più di un anno. Il Responsabile del  del Servizio Vigilanza dell’Ente Parco, intervenendo sulla questione ha subito dichiarato: “Si può già dire che è stato un atto intenzionale, ed è da escludere che la cagnolina sia finita in una trappola per cinghiali”.