Di Emanuele Cammaroto

La piena occupazione è diventato uno degli obiettivi principali della politica economica, dopo la grande crisi del ’29. Un obiettivo che si è trasformato presto in un problema di non facile soluzione. Un problema che, dopo la prima crisi petrolifera del 1973 e la ristrutturazione dei sistemi produttivi dei primi anni ottanta, si è trasformata in una continua emergenza. Oggi, il lavoro, o meglio, la sua mancanza, si sta trasformando in un incubo per chi lo cerca e in una sfida, spesso senza successo, per chi dovrebbe garantirlo. I nuovi sistemi produttivi, i canali di distribuzione globalizzati hanno messo in crisi la redistribuzione della ricchezza attraverso la remunerazione del lavoro o del capitale legata alla “mano invisibile” del mercato, indirizzata da correttivi di intervento pubblico.

velletri pegasoIl Welfare State, come era inteso e immaginato dopo il boom economico degli anni sessanta, è entrato in crisi. Gli interventi di sostegno come la cassa integrazione o di pensionamento anticipato non sono sufficienti, anzi non sono più sostenibili, perché una nuova variabile si è inserita in questi ultimi due decenni: il prolungamento delle aspettative di vita. Questo grande progresso della civiltà umana, insieme alla crescita demografica e alla rivoluzione digitale che (è ormai dimostrato) crea meno posti di lavoro di quanti ne produca, costringe a prolungare, per chi ha un lavoro, la permanenza attiva nel mercato ben oltre i 60 anni. Per affrontare questa nuova realtà è opportuno individuare nuovi strumenti di gestione e valorizzazione delle risorse umane degli “over 55” sia in azienda che nella società. Massimo Pallocca, economista, sociologo e bancario, ha analizzato questo aspetto nuovo del mondo del lavoro, cercando di comprendere quale possano essere il nuovo spirito e i nuovi strumenti con cui sia possibile affrontare, comprendere e trasformare in opportunità i profondi cambiamenti che la globalizzazione e il capitalismo di questo nuovo millennio hanno già messo in atto.

Il primo prodotto di questa analisi è una serie di riflessioni raccolte in un volume che sarà presentato e dibattuto il prossimo 24 marzo, dalle 17.00, presso la sede dell’Università Pegaso di Velletri, con l’autore ed anche con esperti del mondo del lavoro e della formazione. Un momento che non vuole essere riservato a pochi intimi, ma che desidera confrontarsi con le realtà di oggi. Per questo le porte saranno aperte alle esperienze di tutti.