Menu Chiudi
Piante e fiori

Aria più sana in ufficio? Le 10 piante che devi assolutamente conoscere

piante in ufficio

Scopri quali sono le piante più efficaci per rendere più salubre l’ambiente lavorativo. Un ambiente di lavoro sano inizia dalla qualità dell’aria.


Nell’ambiente lavorativo moderno, la qualità dell’aria può influenzare notevolmente il benessere e la produttività. Studi scientifici hanno dimostrato che l’aria pulita non solo migliora la concentrazione, ma riduce anche il rischio di malattie respiratorie. Di seguito, esploreremo quali piante sono particolarmente efficaci nel purificare l’aria degli uffici, rendendo lo spazio lavorativo più accogliente e salubre.

L’importanza delle piante in ufficio

L’importanza delle piante in ufficio va ben oltre la loro bellezza estetica. Sono un componente essenziale per mantenere e migliorare la qualità dell’aria interna, un fattore che può avere un impatto diretto sul benessere fisico e mentale dei lavoratori. In ambienti lavorativi moderni, sempre più sigillati e dipendenti dall’aria condizionata, il rischio associato all’accumulo di composti organici volatili (VOC) è elevato. Questi VOC provengono da fonti comuni come mobili, vernici, e prodotti per la pulizia, e sono noti per essere dannosi per la salute umana, potendo causare da semplici mal di testa a complicazioni respiratorie più serie. Le piante, grazie ai loro processi naturali di fotosintesi, non solo convertono l’anidride carbonica in ossigeno, migliorando la qualità dell’aria, ma sono anche capaci di assorbire e neutralizzare molti di questi inquinanti. Studi hanno dimostrato che piante come la sansevieria, l’aloe vera e il ficus sono particolarmente efficaci nel ridurre concentrazioni di benzene, formaldeide e tricloroetilene.

Integrare piante negli spazi lavorativi non serve solo a purificare l’aria; contribuiscono anche a creare un ambiente lavorativo più vivibile e stimolante. La presenza del verde in ufficio è legata a un miglioramento del morale dei dipendenti, riduzione dello stress, e un generale aumento della produttività. Inoltre, un ambiente più accogliente e rilassante può contribuire a ridurre significativamente i giorni di malattia e a promuovere una maggiore soddisfazione nel posto di lavoro.


Piante che combattono la formaldeide e il benzene

Tra le tante piante apprezzate per la loro capacità di purificare l’aria, alcune si distinguono per la loro efficienza nel combattere agenti inquinanti specifici come la formaldeide e il benzene. Queste sostanze, comunemente rilasciate da materiali da costruzione, mobili e prodotti per la pulizia, sono tra i composti organici volatili più nocivi in ambienti chiusi come gli uffici.

L’Aloe Vera è una delle piante più conosciute per le sue molteplici proprietà, tra cui la capacità di assorbire efficacemente formaldeide e benzene. Grazie alla sua natura resistente e alle sue modeste esigenze di luce e acqua, l’Aloe Vera è un’ottima scelta per ambienti lavorativi. Le sue foglie carnose non solo migliorano l’estetica dell’ufficio, ma funzionano anche come bio-filtri naturali, migliorando così la qualità dell’aria interna.


Analogamente, l’Azalea si rivela un’altra alleata preziosa contro la formaldeide. Particolarmente efficace nell’eliminare questo inquinante, l’Azalea è ideale per uffici che utilizzano mobili in compensato e altri materiali che possono rilasciare formaldeide.

Combattere altri inquinanti comuni in ufficio

Oltre alla formaldeide e al benzene, gli ambienti ufficio sono spesso contaminati da altri inquinanti dannosi come il xilene e il tricloroetilene, nonché da biossido di azoto e particelle sottili. Questi composti possono avere effetti nocivi sulla salute, causando problemi respiratori e diminuendo la qualità dell’aria interna. Fortunatamente, alcune piante specifiche hanno dimostrato di essere particolarmente abili nel neutralizzare questi inquinanti.

La Dracena è una di queste, conosciuta per la sua straordinaria capacità di assorbire sostanze come xilene e tricloroetilene. Questi composti sono comunemente presenti in vernici, adesivi e altri prodotti usati negli uffici. Grazie alle sue foglie larghe e lussureggianti, la Dracena non solo aggiunge un tocco di verde allo spazio lavorativo, ma agisce anche come un efficace purificatore d’aria.

D’altra parte, l’Edera è un’altra pianta che eccelle nel migliorare la qualità dell’aria. Nota per la sua crescita rampicante e la necessità di scarsa manutenzione, l’Edera è particolarmente efficace nel ridurre i livelli di biossido di azoto e particelle sottili, entrambi comuni in ambienti urbani e traffici.


Selezione dettagliata delle piante

Per orientarti nella scelta delle piante più adatte al tuo ufficio, ecco un elenco dettagliato di opzioni, con indicazioni specifiche su dove e come posizionarle:

Aglaonema: Perfetta per ambienti semi ombreggiati, questa pianta è nota come “pianta del buio” e può prosperare con poca luce, purificando l’aria da diverse tipologie di VOC. Essa non solo migliora la qualità dell’aria ma aggiunge anche un tocco verde rilassante all’ambiente.

Aloe Vera: Ideale vicino a pareti vetrate, assorbe efficacemente formaldeide e benzene. È facile da mantenere e porta un aspetto fresco e curativo all’ambiente lavorativo.

Azalea: Ottima per spazi freschi con luce costante, combatte la formaldeide. Le sue vivaci fioriture aggiungono colore e vitalità a qualsiasi ufficio.


Dracena: Adatta per ambienti umidi, assorbe xilene e tricloroetilene. La sua presenza può elevare l’estetica di qualsiasi spazio lavorativo.

Edera: Perfetta in zone ombreggiate, riduce biossido di azoto e particelle sottili. È una delle piante più facili da coltivare, ideale per decorare e purificare l’aria.

Falangio: Quasi privo di bisogno di manutenzione, ideale per stanze ben illuminate, filtra xilene e formaldeide. È un eccellente purificatore d’aria che richiede poco sforzo.

Ficus: Richiede luce naturale e regolare annaffiatura, assorbe benzene e formaldeide. È noto per le sue imponenti foglie verdi che possono trasformare un semplice ufficio in un rigoglioso rifugio verde.

Photos: Adatta per essere collocata su mensole o come pianta ricadente, combatte la formaldeide. Perfetta per aggiungere un tocco di natura su superfici elevate.

Sansevieria: Conosciuta come “lingua di suocera”, cresce bene anche con poca luce e filtra sostanze tossiche dei prodotti per la pulizia. È notevole per la sua resistenza e minimale necessità di cure.

Spatifillo: Uno dei migliori purificatori d’aria, combatte benzene, xilene, toluene, tricloroetilene e formaldeide, e offre anche un tocco di eleganza con i suoi fiori bianchi. Questa pianta non solo purifica l’aria, ma anche impreziosisce visivamente lo spazio.

piante in ufficio

Integrare una o più di queste piante nel tuo spazio lavorativo può trasformarlo in un ambiente più salutare e stimolante.

Foto © stock.adobe


Segui Castelli News su


GUARDA ANCHE