Menu Chiudi
Piante e fiori

Tutto sul Mesembriantemo: la pianta grassa indispensabile per un giardino roccioso meraviglioso

Mesembriantemo

Scopri tutto quello che c’è da sapere sul Mesembriantemo, una pianta grassa perfetta per abbellire giardini rocciosi. Dalla fioritura alla riproduzione, ecco come prendertene cura.


Il Mesembriantemo è una pianta affascinante e versatile, amata per i suoi fiori variegati e appariscenti. Originaria del Sudafrica, questa pianta succulenta è ideale per giardini rocciosi e zone costiere. La sua coltivazione non è particolarmente complessa, ma richiede alcune attenzioni specifiche. In questo articolo, esploreremo le caratteristiche, la riproduzione, il mantenimento e come proteggere il Mesembriantemo da parassiti e malattie.

Caratteristiche del Mesembriantemo

Il Mesembriantemo appartiene alla famiglia delle Aizoaceae e si distingue per i suoi fiori simili a margherite dai colori vivaci, spesso rosa acceso. Le foglie sono carnose, strette e lunghe, contenenti una linfa viscosa che aiuta la pianta a trattenere l’acqua. Questa caratteristica la rende particolarmente adatta a climi secchi e terreni rocciosi. La pianta raggiunge un’altezza massima di circa trenta centimetri, il che la rende ideale per abbellire muretti e scarpate.

Il Mesembriantemo è particolarmente apprezzato nei giardini rocciosi grazie alla sua capacità di crescere in condizioni difficili. Preferisce terreni ben drenati e posizioni soleggiate. La pianta è originaria delle zone costiere del Sudafrica, dove il terreno è sabbioso e povero di nutrienti, ma ben drenato. Questo ambiente naturale si riflette nelle sue esigenze di coltivazione: luce solare diretta e un terreno che non trattenga l’acqua.


Quando si decide di rinvasare il Mesembriantemo, è fondamentale utilizzare un terriccio misto con una buona parte di torba e uno strato di sabbia sul fondo del vaso. Questo accorgimento evita il ristagno dell’acqua, che potrebbe danneggiare le radici. È altrettanto importante mantenere il terriccio ben umido, ma mai troppo bagnato. La pianta può essere coltivata anche in vaso, a patto che venga posizionata in un luogo luminoso e protetto dalle correnti d’aria.

Riproduzione e semina del Mesembriantemo

La riproduzione del Mesembriantemo avviene principalmente tramite seme, che viene sparso quando il frutto maturo si apre. La semina è consigliata in primavera, meglio se nel mese di aprile. I semi vanno disseminati sul terreno senza coprirli di terra, poiché necessitano di luce per germinare. Le piantine possono essere trasferite in vaso quando raggiungono una dimensione di almeno due centimetri.


Oltre alla semina, il Mesembriantemo può essere moltiplicato per talea di foglia o di fusto. Questa operazione va eseguita a fine estate, verso l’inizio di settembre. Le talee devono essere fatte asciugare per un paio di giorni prima di essere piantate in un terriccio ricco di sabbia. Questo metodo garantisce una riproduzione efficace della pianta, permettendo di mantenere tutte le caratteristiche della pianta madre.

Metodo di riproduzione per talea

Il metodo di riproduzione per talea è particolarmente utile per chi desidera ottenere più esemplari della pianta in poco tempo. La procedura è semplice e richiede pochi strumenti: una forbice affilata, un terriccio adatto e un ambiente luminoso. Seguendo questi passaggi, avrai nuove piante pronte per essere trapiantate nel giro di poche settimane.

Cura e mantenimento del Mesembriantemo

Il Mesembriantemo è una pianta relativamente facile da curare, ma richiede alcune attenzioni particolari. Se coltivata all’aperto, va annaffiata solo in caso di scarse piogge. In vaso, invece, l’apporto d’acqua deve essere maggiore e più frequente durante la stagione estiva, mentre in inverno l’irrigazione deve essere ridotta al minimo. È fondamentale evitare che il terreno diventi troppo bagnato, per prevenire il marciume radicale.

Durante il periodo vegetativo, che va da maggio a settembre, è consigliabile aggiungere un fertilizzante liquido a base di NPK all’acqua di annaffiatura. Questo fertilizzante fornisce tutti i nutrienti necessari per una crescita sana e vigorosa della pianta. La fertilizzazione dovrebbe essere effettuata ogni due settimane per ottenere i migliori risultati.


Il Mesembriantemo necessita di un’esposizione a luoghi molto luminosi e di ricevere la luce solare diretta. Se coltivato in vaso e tenuto in appartamento, deve essere posizionato in un ambiente luminoso, ma protetto dai raggi solari diretti e dalle correnti d’aria. La pianta preferisce climi miti, con temperature che non scendano mai sotto i 5 gradi.

Protezione da parassiti e malattie

Il Mesembriantemo, pur essendo una pianta robusta, può essere attaccato da vari parassiti e malattie. I più comuni sono la cocciniglia e gli afidi. La cocciniglia lascia una scia di macchie bianche sulle foglie, mentre gli afidi rendono la pianta appiccicosa e possono trasmettere virus.

Se noti segni di infestazione, è importante intervenire tempestivamente con trattamenti specifici. Ecco alcuni consigli per proteggere il tuo Mesembriantemo:

  • Rimuovi manualmente i parassiti: Utilizza un batuffolo di cotone imbevuto di alcool per eliminare cocciniglie e afidi.
  • Trattamenti naturali: Puoi spruzzare una soluzione di acqua e sapone di Marsiglia sulle foglie per tenere lontani gli insetti.
  • Utilizza insetticidi specifici: In caso di infestazioni gravi, ricorri a insetticidi adatti per il tipo di parassita presente.
  • Prevenzione: Mantieni la pianta in buona salute con un’adeguata nutrizione e condizioni di crescita ottimali per ridurre il rischio di attacchi.

mesembriantemo, pianta grassa


Prendersi cura del Mesembriantemo non è solo un’attività gratificante, ma anche un’opportunità per abbellire il tuo giardino con una pianta unica e dai colori vivaci. Seguendo questi consigli su fioritura, riproduzione e mantenimento, potrai godere di una pianta sana e rigogliosa tutto l’anno. Ricorda di monitorare regolarmente la pianta per prevenire e trattare eventuali parassiti e malattie, assicurandoti così di mantenere il tuo giardino in perfetta salute.

foto © stock.adobe


Segui Castelli News su


GUARDA ANCHE